Blog

28 maggio 2013

The making of Kubrick's 2001 di Jerome Agel è finalmente online

Il blog Cinephilia and beyond, che vi scongiuro di mettere tra i preferiti del vostro browser, ha reperito una copia del libro edito da Jerome Agel The Making of Kubrick's 2001, pubblicato nel 1970 e mai più ristampato, e l'ha messa online. Si tratta di uno dei migliori libri mai dedicati a 2001: Odissea nello Spazio, nonché uno degli esempi più lucidi di come dovrebbe esser fatto un libro di cinema.

Scritto con la piena collaborazione di Kubrick, il libro presenta una mole impressionante di materiali: dai progetti per la realizzazione delle scenografie ai documenti di produzione, da commenti di Kubrick e Clarke sull'evoluzione della sceneggiatura a interviste con gli attori e tecnici. In più, il libro raccoglie decine di lettere scritte a Kubrick da colleghi registi e da semplici spettatori, nonché una selezione degli articoli pubblicati sui quotidiani nazionali americani all'uscita del film per documentare l'impatto culturale del film. Contiene anche il racconto originale La Sentinella di Arthur Clarke, l'intervista-fiume di Kubrick a Playboy e tantissimi altri articoli che è impossibile riassumere. Ah sì, c'è anche la trascrizione delle interviste agli scienziati e ai filosofi dell'epoca che discettano di intelligenze extraterresti e che avrebbero dovuto far parte del prologo in bianco e nero al film. E poi... 96 pagine di fotografie esclusive commentate da Kubrick. Insomma, è la bibbia di 2001 (con buona pace di tanti altri).

Da oggi The Making of Kubrick's 2001 può essere consultato online e anche scaricato in PDF tramite Scribd. Non c'è più bisogno di dargli la caccia su eBay (e io non ho più bisogno di spaccare la mia seconda copia per scannerizzarne le pagine e donarle al mondo – ah, il bello e il brutto di internet, c'è sempre qualcuno che fa prima di te). Buona lettura.

9 commenti:

Simone Odino ha detto...

E' vero: me lo sono scaricato per leggerlo anche sull'iPad, tutte le volte che lo scorro salta fuori qualcosa che non ricordavo. E' un lavoro che adesso non si potrebbe più fare, e che per questo ha un'importanza storica doppia! Segnalo anche che è disponibile in PDF anche 'The Lost Worlds of 2001' di A.C.Clarke (è solo testo, 700 kb), ho messo recensione e link qui (ne approfitto per scroccare un pò di pubblicità ;-) http://2001italia.blogspot.it/2013/04/bibliografia-parte-1-gli-essenzali.html

Luca Caffaro ha detto...

Non so se ho battuto qualche record, ma dopo aver letto il post 2 ore fa e scaricato immediatamente il pdf, ho provato a cercare in rete una copia cartacea di questo tesoro e… be', l'ho trovata, al primo colpo!
Mentre aspetto di riceverla faccio spazio in libreria di fianco alla copia di Lost worlds.
Se interessa posso fornire dettagli.
Grande AK!

nessuno2001 ha detto...

Ciao Luca, congratulazioni per l'acquisto! In effetti è un libro che si trova piuttosto spesso, anche sul marketplace di Amazon. Probabilmente aveva avuto una notevole distribuzione all'uscita, cosa che garantisce adesso una discreta circolazione delle copie usate. Facci sapere in che condizioni è la tua copia: le mie sono buone, una molto ingiallita, l'altra si è difesa meglio dalle sabbie del tempo :)

Almayer ha detto...

Oggi è finalmente arrivato il Libro!
Ordinato su Maremagnum.it il 29 maggio, ci ha messo un po' ad attraversare l'Atlantico dalla libreria Pawprint Books di Oradell, New Jersey.
Per essere un paperback del 1970, devo dire che la copia è in eccellenti condizioni, anche se la colla indurita del dorso non permette di aprire il volume oltre i 45-50° (sufficienti comunque per una lettura meditativa).
Premesso che sono felicissimo dell'acquisto, confesso tuttavia che mi aspettavo una veste tipografica diversa, cioè non un tascabile. In fondo gli ho mollato 78,06 euro!
Comunque il libro è strepitoso; nel frattempo mi ero letto il Pdf, ma averlo tra le mani è un'altra cosa! Soprattutto, pur essendo un paperback la qualità di stampa dell'inserto fotografico è davvero eccellente.
Come ho fatto senza finora? :)

nessuno2001 ha detto...

Quantoquantoquanto? 78 euro? Mi rivolgerai ancora la parola se ti dico che anni fa pagai una copia tipo 2 dollari? :)

Comunque sì, la rilegatura si è indurita e tocca leggerlo sbirciando se non vuoi scosciarlo completamente.

Almayer ha detto...

Come kubrickiano, certo che continuerò a rivolgerti la parola; è come genovese che avverto una fitta profonda alla carta di credito :(
Due "dolla"! 78 euro troppo beaucoup!
Comunque. Voi li avete capiti tutti i riferimenti incrociati delle pp. 9-13? ("Are you coming to my party tomorrow?") Certo che sono un bel test di ingresso.
A presto
Luca Caffaro aka Almayer

nessuno2001 ha detto...

Ahahaha! Ho ucciso un genovese! :)

Quelle pagine le prendo come un antipasto, o uno stuzzichino: una serie di spunti per incuriosire su quel che verrà nelle pagine successive. La cripticità (?) deriva 1) dal voler giocare con i misteri dell'interpretazione in un libro aperto su un film misterioso da interpretare, 2) dalla cultura americana del 1970 che ci è doppiamente lontana, 3) da Jerome Agel che lavorava con Marshal McLuhan.

Poi, se qualcuno è in grado di illuminarci tutti... Simone? ;)

Simone Odino ha detto...

Una cosa non l'ho mai capita: quel riferimento alla 'terrific-ten-year-old girl'. Sarà stata a figlia di Agel?

nessuno2001 ha detto...

Fosse solo quello che non ho mai capito! :)

© 2001-2011 ArchivioKubrick