Blog

09 giugno 2016

Nuova edizione di Stanley Kubrick e me

Cari,
vi segnalo che da oggi è disponibile una nuova edizione digitale del nostro libro Stanley Kubrick e me.

Questa edizione ha un testo completamente rivisto, molte più immagini dai tesori conservati nel garage di Emilio (oggetti di scena, fotografie, lettere di Kubrick) e una nuova copertina disegnata da Gianni Denaro a partire da una delle foto che Marisa D'Alessandro ha scattato all'ormai famoso party di addio del 1994 in onore di Emilio.

L'edizione digitale 2016 è stata fatta interamente con le mie manine come le nonne facevano l'uncinetto.



L'uncinetto me l'ha fornito StreetLib, un ottimo servizio di self-publishing che consiglio caldamente a tutti quelli che vogliano tentare questa strada.

Il loro tool Write permette di importare il vostro libro da un file Word, oppure scrivere o copiaincollare il testo direttamente online, formattarlo a vista o col codice, inserire immagini, e ottenere in esportazione file .mobi e .epub a prova di validazione di Amazon, Apple, Play Store, e tutte le altre piattaforme. Il procedimento è completamente gratuito. Se volete affidare a loro anche la pubblicazione del vostro libro, il tool abbinato Selfpublish vi consente di inviare l'ebook a una ventina di negozi online, e vi garantisco che sono molti di più di quanti ne conoscete. Streetlib trattiene in questo caso il 10% delle royalties in aggiunta a quanto trattenuto dai vari store. Streetlib mette a disposizione gratuitamente anche un terzo tool, Sell, per vendere il proprio libro direttamente, senza alcuna intermediazione, che è quello che mi appresto a fare io qui sotto con questo widget.


Cliccando su "Acquista" comprerete la nuova edizione del libro al prezzo di lancio di €4,99 senza passare da altri negozi. Se preferite, però, trovate il libro naturalmente anche su Amazon, Apple iBooks, ecc.

Se vi sembra che stia facendo una promozione spudorata a StreetLib, avete assolutamente ragione. I loro servizi funzionano bene, sono gratuiti, quando costano hanno un prezzo assolutamente ragionevole, e il loro ottimo servizio clienti ha risposto alle mie domande rapidamente ed esaurientemente.

L'edizione cartacea di Stanley Kubrick e me è sempre disponibile in tutte le librerie edita da Il Saggiatore, ma se in questi giorni non siete riusciti a trovarla è perché – bontà vostra – le copie sono esaurite e il libro è di nuovo in ristampa (la quinta)! Le librerie Feltrinelli hanno a disposizione le ultime copie, le altre arriveranno tra una settimana circa. Che dire, buona lettura o rilettura, e grazie!

17 maggio 2016

Napoleon sarà una miniserie HBO diretta da Fukunaga

Durante la conferenza "Stanley Kubrick: a Retrospective" tenutasi a Leicester, UK, la scorsa settimana, Jan Harlan ha annunciato che "il più grande film mai realizzato", ossia il Napoleon di Kubrick, diventerà una miniserie prodotta dalla HBO per la regia di Cary Fukunaga.

Jan ha risposto a una domanda da parte di uno dei ricercatori che partecipavano alla conferenza e ha ribadito la notizia anche durante l'incontro pubblico da lui tenuto al Phoenix Cinema. Durante il Q&A, ha aggiunto che al progetto parteciperà come sceneggiatore David Leland.

Questa mattina, dopo l'uscita dell'articolo di Collider che rilanciava la notizia dal mio Tumblr, il Prof. Ian Hunter, organizzatore della conferenza, ha scritto un'email a Jan Harlan, che ha dato qualche dettaglio in più:
Without exaggerating I can say that Kubrick had probably the largest picture archive ever amassed anywhere about the topic of NAPOLEON. Every painting and drawing found in libraries and museums all of Europe, (including Eastern Europe) was photographed and the 35mm slides were mounted in IBM punch-cards for sorting on IBM sorting machines, the state of the art in 1969. No attention was given to the artistic value of the painting or drawing, the focus was strictly on information.
The above report (from Collider) is not quite right. He had a penciled deal with the Romanian Government to use their cavalry including commanding officers and all the men for filming the First Italian Campaign and the Russian Campaign on 1812. All was subject to getting the “green light” from MGM to proceed.
The “script” is a bit misleading - Stanley's main focus was the relevance of Napoleon for us today: Absolute Power combined with vanity can so easily push good judgement and intelligence aside.
Cary Fukunaga è conosciuto soprattutto per aver diretto la meravigliosa prima stagione di True Detective, anch'essa prodotta dalla HBO. Tra tutti i nomi che erano circolati negli anni passati – Ang Lee e Ridley Scott, Steven Spielberg, Baz Luhrmann – Fukunaga è ad oggi sicuramente il più interessante.

Chi mi legge da anni sa che sono molto, molto critico verso questi tentativi di resuscitare progetti lasciati incompiuti da Kubrick: sono esclusivamente operazioni di marketing per alimentare interesse e profitti utilizzando il grande richiamo del brand Kubrick. Le sceneggiature per Kubrick erano solo canovacci da cui partire per il lavoro con gli attori, figuriamoci quanto può esserci di kubrickiano in uno script incompleto, sviluppato solo per mettere in ordine gli eventi della vita di Napoleone che a Kubrick parevano interessanti, giudicato da lui stesso insoddisfacente, e stampato in copie solo per ottenere finanziamenti dalle major.

Se avete voglia di approfondire, tra i vecchi post potete trovare le mie recensioni al trattamento e alla sceneggiatura.

L'unica cosa che mi sento di dire adesso è che il calibro dei nomi coinvolti (Fukunaga e HBO) porti a un'ottima miniserie biografica su Napoleone Bonaparte (sono anche io un avido consumatore di serie TV), e che di rimando l'uscita del "Cary Fukunaga's Napoleon" possa generare ulteriore interesse verso Stanley Kubrick. Di più, non penso sia il caso.

Is Stanley Kubrick’s Legendary ‘Napoleon’ Headed to HBO with Cary Fukunaga Directing?, Nick Romano, Collider 17.05.2016

15 maggio 2016

S is for Stanley vince ai David e va in sala!

Il 18 aprile scorso, S is for Stanley - Trent'anni al volante per Stanley Kubrick si è aggiudicato il premio David di Donatello dell'Accademia del Cinema Italiano come Miglior Documentario di Lungometraggio del 2016. Il film ha ricevuto 306 voti dai giurati, staccando il secondo classificato, I Bambini Sanno di Walter Veltroni, di quasi cento voti.

Gabriele Salvatores ha annunciato il premio chiamando sul palco il regista Alex Infascelli.



Le belle notizie non finiscono qui, perché i diritti di distribuzione cinematografica italiana sono stati acquisiti da Wanted Cinema e La Feltrinelli Real Cinema, e S is for Stanley verrà quindi distribuito in sala lunedì 30 maggio.



La prima del film con cast & crew si terrà a Roma. Appena ho più notizie vi aggiorno. Intanto, consultate l'elenco delle oltre 60 sale cinematografiche in tutta Italia che proietteranno il film per trovare quella a voi più vicina. S is for Stanley sarà nelle sale dei gruppi UCI Cinema e The Space Cinema, più in altre sale d'essai.

Nel frattempo, S is for Stanley è in concorso al Festival di Bellaria: il 27 maggio alle ore 20:30 il film sarà proiettato in una serata speciale dedicata a Emilio, alla presenza di Alex Infascelli e del vostro affezionatissimo. Chi vuol incontrare Emilio, farsi firmare una copia del libro e vedere il film di Alex in anteprima, ci trova al Cinema Teatro Astra di Bellaria Igea Marina. Vi aspettiamo!

25 marzo 2016

S is for Stanley finalista ai David di Donatello 2016

Cari,
con grande soddisfazione vi riporto la notizia che S is for Stanley, il documentario che Alex Infascelli ha tratto dal nostro libro Stanley Kubrick e me, è nella cinquina dei film nominati per il premio Miglior Documentario di Lungometraggio del 2016 ai prossimi David di Donatello.

Gli altri film nominati sono Harry's Bar - the movie di Carlotta Cerquetti, I bambini sanno di Walter Veltroni, Louisiana (the Other Side) di Roberto Minervini, Revelstoke, un bacio nel vento di Nicola Moruzzi.

La cerimonia di premiazione sarà domenica 18 aprile a Roma, trasmessa in diretta su Sky Cinema.

S is for Stanley era stato nominato come miglior documentario anche ai Nastri D'Argento lo scorso febbraio, ma il premio è stato vinto da Alfredo Bini, ospite inatteso diretto da Simone Isola.

Vi comunico inoltre che i diritti di distribuzione del film in tutto il mondo sono stati acquistati da Rai Com durante gli incontri al Festival di Berlino, mentre RatPac Documentary Films li aveva acquistati per la distribuzione esclusiva negli Stati Uniti lo scorso dicembre. Se non ci sono intoppi, il film dovrebbe quindi trovare un canale distributivo entro breve. Vi terrò aggiornati e come sempre grazie per la vostra fedeltà.

08 gennaio 2016

Conferenza sugli effetti speciali da 2001 a Star Wars

Venerdì 22 gennaio 2016, presso la saletta conferenze del Museo Nazionale del Cinema di Torino (palazzo della Mole), alle ore 17:30, si terrà l'incontro "Da 2001: Odissea nello spazio a Guerre stellari. Estetiche e tecnologie che hanno rivoluzionato il cinema."

Relatori dell'incontro sono Federico Magni, esperto di effetti speciali cinematografici, autore del libro Meraviglioso. Effetti speciali al cinema (Edizioni Falsopiano) e Roberto Lasagna, critico e saggista, autore del libro Stanley Kubrick. Cinema, estetica, filosofia (Edizioni Mimesis). Modera Fabio Zanello, critico cinematografico, direttore editoriale collana di cinema de Il Foglio Letterario.

Durante la conferenza, aperta a tutti, verranno affrontate le vicende artistiche e produttive dei capolavori di Stanley Kubrick e George Lucas, e saranno svelati segreti di lavorazione con particolare riguardo alle innovazioni tecnologiche al servizio dell'estetica cinematografica.

Cito dal comunicato che mi è appena arrivato:
Dall'arrivo nelle sale di 2001: Odissea nello spazio, nel 1968, il cinema di fantascienza non è stato più lo stesso e lo scettro dell'invenzione è stato poi ripreso da Guerre stellari che, nel 1977, ha ereditato dal film di Kubrick non pochi spunti. Gli interrogativi enigmatici di 2001 riverberano in molto cinema a venire e le flotte spaziali dell'impero di Darth Fener hanno dettato legge in una percezione dell'avventura cinematografica come sguardo rivolto al futuro.

Roberto Lasagna si addentrerà nei molti possibili significati dei film e Federico Magni ci affascinerà con una lettura del cinema attenta a cogliere le evoluzioni espressive in parallelo con le evoluzioni dei mezzi tecnici. Un cinema sempre avanti rispetto al proprio tempo, ma dal cuore umanissimo e contemporaneo. Un cinema da rivedere nei suoi preziosi segreti e nei suoi misteri, "artigianali" o demiurgici. Una storia del cinema attraverso le innovazioni di cui esso è tramite.
In questo periodo di rinnovato interesse per la saga di George Lucas, la conferenza è quanto mai gradita. Chi si trovasse nei paraggi di Torino è invitato a partecipare e chi volesse coglier l'occasione per visitare la città e il bellissimo Museo del Cinema all'interno della Mole Antonelliana ora ha un'ottima scusa.
© 2001-2011 ArchivioKubrick