Blog

19 dicembre 2017

I progetti incompiuti di Kubrick

Sul numero speciale della rivista accademica Cinergie è appena stato pubblicato il mio saggio sui progetti incompiuti di Stanley Kubrick.

Una lista dei film non realizzati da Kubrick include facilmente Napoleon, il film sull'Olocausto Aryan Papers, e A.I. Artificial Intelligence, successivamente realizzato da Steven Spielberg. Alcuni altri film vengono menzionati piuttosto comunemente: I Due Volti della Vendetta, poi diretto da Marlon Brando, The German Lieutenant, sulle cui vicende avevo scritto un saggio qualche anno fa, e Segreto Ardente, adattamento del romanzo di Stefan Zweig. Tre ulteriori sceneggiature hanno ottenuto di recente una certa visibilità, dopo l'annuncio della loro possibile realizzazione in futuro: Lunatic at Large, The Down Slope, e God Fearing Man, notizie che chi segue queste pagine conosce piuttosto bene. Tuttavia, questi titoli costituiscono solo la punta dell'iceberg di tutti i progetti che Kubrick ha tentato invano di portare sullo schermo.

Grazie a interviste che ho condotto con James B. Harris, il socio produttore di Kubrick negli anni '50 e '60, Jan Harlan, il suo produtore esecutivo dal 1970 e Tony Frewin, il suo assistente dal 1979, e consultando diversi archivi storici incluso lo Stanley Kubrick Archive a Londra, sono riuscito a compilare la più estesa lista di film incompiuti da Stanley Kubrick, che ammonta a cinquantacinque distinti progetti.

Uno studio del cinema di Kubrick che comprenda anche i suoi tentativi abortiti ci permette di comprender meglio i suoi gusti letterario-cinematografici, il suo metodo di lavoro nelle fasi di ricerca per un nuovo progetto e quali siano gli ingredienti necessari alla realizzazione di un film secondo il metodo Stanley Kubrick.

Il mio saggio "Waiting for a miracle: a survey of Stanley Kubrick’s unrealized projects" è disponibile online sul sito di Cinergie, come parte del numero speciale che raccoglie i contributi presentati alla conferenza "Stanley Kubrick: A Retrospective" tenutasi all'Università di Leicester, in Inghilterra, nel 2016. Sono particolarmente orgoglioso di presentare questa mia lunga ricerca insieme a una collezione di saggi kubrickiani così interessanti scritti da validissimi studiosi.

Buona lettura a tutti.


PS: Sì, c'è voluto questo per farmi tornare ad aggiornare il blog. Mi scuso con tutti i visitatori per il disservizio ma, anche a causa di ricerche di questo tipo, ho sempre meno tempo per scrivere su queste pagine. Per chi volesse continuare a leggere saggi kubrickiani, segnalo un altro numero speciale di un'altra rivista accademica, Screening the Past, pubblicato lo scorso ottobre. Anche lì è presente un mio saggio, "Writing and Rewriting Kubrick", sulla mia esperienza nello scrivere Stanley Kubrick e me, l'ennesimo memoir kubrickiano.
© 2001-2011 ArchivioKubrick