Blog

13 luglio 2015

ArchivioKubrick social

Un post di puro aggiornamento social-tecnologico: ho inserito nella colonna qui a destra il badge di Twitter così potete seguire i miei cinguettii anche se non avete un profilo su quella piattaforma.

Oltre a riportare link ai post che scrivo qui, metto su Twitter alcune cose interessanti ma troppo brevi per un post dedicato su questo blog: tra gli ultimi esempi, l'arrivo dell'edizione economica del libro The Making of Stanley Kubrick's 2001: a Space Odyssey della Taschen (69€ circa contro i 700€ iniziali), il poster alternativo di Full Metal Jacket dopo che la frase di lancio originale fu rifiutata dalla metà dai giornali americani e un articoletto di gossip d'annata dai tempi di Barry Lyndon.

Su Twitter finiscono infatti anche i post che scrivo in inglese su Tumblr: sono immagini e curiosità varie dai miei archivi storici, nonché repost da altri articoli interessanti che girano su quella piattaforma.

Insomma, con questa colonna di destra dovreste essere a posto senza struggervi nell'incertezza di esservi persi qualcosa.

Se proprio siete dediti allo stalking, potete anche seguire le notizie di ArchivioKubrick anche su Facebook mettendo un "mi piace" alla mia pagina. Su Facebook ci sono poi due pagine in inglese che contano un discreto numero di fan e sono luogo per discussioni a volte interessanti (a volte meno): il gruppo alt.movies.kubrick, che i più anzianamente social tra di noi ricorderanno dai tempi di usenet, e la Stanley Kubrick Appreciation Society, attiva da qualche anno e decisamente più variegata.

Grazie, e tornate pure sotto l'ombrellone.

2 commenti:

Mr Wolf ha detto...

Il link a tumblr ha un http di troppo. :)
Comunque, era scontato che Taschen avrebbe edito un'edizione economica del libro su "2001" per i fan "poveri".
Ci farò un pensierino, e vedremo chissà quali fantasmagoriche, importanti, nuove, sconvolgenti rivelazioni conterrà. ...O se sarà il solito libro illustrato. ...
Meglio sempre rigodersi il film, comunque.

nessuno2001 ha detto...

Grazie della segnalazione sul link errato, l'ho corretto. A quanto mi aveva detto Simone Odino di 2001italia.it, il libro è la somma tra millemila immagini mai viste e ripulite da polvere ecc, e il testo aggiornato e molto esteso del vecchio "Filming the Future" sempre di Bizony. Non una cosa sconvolgente, ma pare piacevole da leggere. Simone ci può dire di più, se non è già in ferie ;)

© 2001-2011 ArchivioKubrick